• Home
  • secondi
  • Cappone Natalizio Ripieno con Prugne e Castagne
0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
1 cappone
1 mela
1 cipolla
200 gr. castagne
10 prugne secche
40 gr. burro
250 gr. salsiccia
½ bicchiere latte
2 fette pane per tramezzini
1 bicchierino brandy
20 gr. pinoli
30 gr. uvetta sultanina
60 gr. lardo
1 limone
sale e pepe
Contorno di patate:
patate
rosmarino
salvia
sale
olio extravergine di oliva

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Cappone Natalizio Ripieno con Prugne e Castagne

Origine:

Il Cappone Ripieno è uno dei piatti tipici della tradizione italiana, molto saporito e sfizioso, che viene preparato in occasioni speciali ma soprattutto per il pranzo di Natale. Esistono svariate farciture, a secondo dei propri gusti. In questa ricetta potete seguire tutti i consigli per preparare un gustoso cappone ripieno di salsiccia, uvetta, castagne e prugne.

  • 3 h e 35'
  • Porzioni 10
  • Cuoco provetto

Ingredienti

  • Contorno di patate:

Istruzioni

Condividi
(Visited 3.197 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Lavate bene il cappone, quindi pulitelo: eliminate la punta delle alette, dopodiché svuotatelo. Le interiora del cappone tenetele da parte, mentre tutte le eccedenze di grasso e la sacca (uropigio) una ghiandola posta dorsalmente alle ultime vertebre del pollo, vanno eliminate. Dopodiché fiammeggiatelo bene su una fiamma media per eliminare tutti i peli. Tritate grossolanamente una cipolla.

2
Fatto

Spezzettate il pane per tramezzini in una ciotola, quindi aggiungetegli mezzo bicchiere di latte e tenete da parte. Eliminate il budello dalla salsiccia. Tagliate le prugne a pezzettini.

3
Fatto

In una ciotola mettete 30 gr di burro dei 40 totali e aromatizzate con la scorzetta di un limone grattugiata e un po’ di pepe, quindi amalgamate il tutto con una forchetta e tenetelo da parte. Tagliate mezza mela a cubetti.

4
Fatto

Cottura del ripieno

in una padella fate rosolare per 1 minuto l’uvetta sultanina e i pinoli insieme ad una noce di burro (circa 5 gr), quindi aggiungete anche la cipolla e fatela appassire.

5
Fatto

Dopodiché incorporate la salsiccia spezzettata grossolanamente, quindi mescolate bene con un cucchiaio di legno e continuate la cottura a fuoco vivo per altri 30 secondi.

6
Fatto

Non appena la salsiccia cambierà colore, prima che rilasci i suoi liquidi versate un bicchierino di brandy e con uno stuzzicadenti date fuoco per fare il flambé (non ci sarà il flambé se il brandy non verrà inserito prima che la carne rilasci i suoi liquidi, questi verrà diluito dai liquidi della carne e quindi non creerà la fiamma). Se avete paura del fuoco, potete sostituire il brandy con il marsala poiché non c’è una percentuale di alcol sufficiente per creare la fiamma. Mescolate bene con un cucchiaio di legno fino a completo spegnimento della fiamma.

7
Fatto

Quindi tagliate a pezzetti piccoli le interiora e aggiungetele in padella. Coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti o fino a quando i liquidi della salsiccia non saranno completamente assorbiti.

8
Fatto

Dopodiché spegnete il fuoco e inserite nella padella le castagne intere e le prugne e, dopo aver amalgamato il tutto, coprite con un coperchio e fate riposare per 10 minuti. Intanto salate e pepate la parte esterna del cappone, quindi massaggiatelo per fare assorbire il sale alla pelle.

9
Fatto

Dopodiché con una spatola imburrate il petto con il burro aromatizzato preparato in precedenza, in modo che durante la cottura non asciughi troppo.
Ora potete farcire il cappone.
Riempite il cappone con l’impasto appena fatto, aiutandovi anche con un cucchiaio di legno per spingere bene fino in fondo tutto quanto il ripieno.

10
Fatto

Una volta completata la farcitura, chiudetelo per bene con una fetta di pane da tramezzino in modo che non possa uscire il ripieno.

11
Fatto

Quindi, con uno spago da cucina legate le cosce assieme al culetto in modo che rimanga bello stretto. Ricoprite la superficie del petto con delle fette di lardo in modo che durante la cottura proteggeranno la pelle del cappone, rimanendo morbida.

12
Fatto

Legate dunque anche la parte centrale del cappone insieme alle ali. Infine avvolgete la parte terminale delle cosce con un foglio di carta d’alluminio poiché si potrebbero staccare durante la cottura. Mettere gli ultimi 5 gr di burro a fiocchetti in una pirofila e adagiare il cappone ripieno.

13
Fatto

Cottura

Preriscaldate il forno a 200°C e infornate il cappone. I primi 10 minuti fatelo dorare per bene alla temperatura di 200°, dopodiché abbassate la temperatura a 180° e proseguite la cottura per circa 2 ore. Se il cappone ha un peso superiore ai 3 chili, il tempo di cottura sarà di 3 ore. Negli ultimi 45 minuti di cottura del cappone, potete aggiungere nella pirofila delle patate tagliate a tocchetti e condite con rosmarino, salvia, un filo d’olio extravergine d’oliva e sale.

14
Fatto

Sfornate il cappone e disponetelo su un piatto da portata insieme alle patate. Lasciatelo intiepidire prima di tagliarlo, quindi disponete in ogni piatto un pezzo di cappone insieme al ripieno e accompagnatelo con il contorno di patate.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Cassoeula Ricetta Tradizionale Milanese
successiva
Pasta con Cavolfiori e Piselli
precedente
Cassoeula Ricetta Tradizionale Milanese
successiva
Pasta con Cavolfiori e Piselli

3 Commenti Nascondi i commenti

Ciao Mariano, fallo raffreddare un po’ prima di tagliarlo a pezzi e, se riesci, il petto lo tagli a fette, poi disponi la carne nei piatti e aggiungi il ripieno sopra prendendolo con un cucchiaio.

Buongiorno Chef e “Buon Natale”
Ho realizzato oggi il cappone come descritto nella ricetta ed è risultato “buonissimo” anche se, una volta infornato, mi sono ritrovato con il pane bagnato nel latte inutilizzato. Ho letto e riletto la ricetta e dopo aver indicato di bagnare il pane con il latte, non se ne parla più e lo stesso per quanto concerne la mezza mela spezzettata che pero’ ho avuto l’accortezza di unirla al ripieno allo stesso momento delle castagne e delle prugne. Il ripieno è risultato un po’ meno compatto, ma gustoso.
Auguri!

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi