0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

1 kg scorze arance navel non trattate o altre arance non trattate e dalla buccia spessa
500 gr (metà peso delle scorze ammollate) + 100 gr zucchero
1 l (pari peso delle scorze ammollate) acqua
Per l’ammollo:
1,5 l acqua
30 gr (20 gr per ogni litro di acqua) sale

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Come fare i canditi in casa, metodo veloce

Origine:
  • Intermedio

Ingredienti

  • Per l’ammollo:

Istruzioni

Condividi

Le scorze di arancia candite sono una  preparazione di base per aromatizzare panettoni, colombe, torte  e altri dolci, per decorare torte o cannoli siciliani , oltre al fatto che si possono lasciare intere e gustarle al naturale o pucciarle nel cioccolato fondente fuso.

Esistono due metodi per realizzare la frutta candita in generale: un metodo a freddo con un processo di preparazione molto lungo, in genere richiede dai 15 ai 20 giorni, e un metodo a caldo, come vi presento in questa ricetta, che vi impegnerà solo una singola giornata e, dopo un paio di giorni, i canditi potranno essere  già utilizzati.

Le dosi sono per 1 kg di canditi d’arancia ma voi potete raddoppiarle o dimezzarle secondo i vostri gusti.

(Visited 1.625 times, 20 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Lavate le arance sotto l’acqua corrente e asciugatele. Eliminate le due estremità di ogni frutto, poi con un coltellino incidete la buccia per ricavare 5-6 spicchi abbastanza grossi, quindi staccateli dalla polpa.
Tagliate ogni spicchio dapprima a fettine lunghe e sottili (volendo si possono lasciare anche così e, una volta ottenuti i canditi, potete pucciarli nella cioccolata fondente).

2
Fatto

Poi riducetele in cubetti di circa mezzo centimetro.
Inserite le scorze in una pentola, aggiungete il sale (20 gr per ogni litro di acqua, serve per togliere l’amaro della parte bianca della buccia) e mescolate bene.

3
Fatto

Dopodiché coprite le scorze con abbondante acqua (la quantità dev’essere il doppio dei canditi), mescolate, coprite con un coperchio e lasciatele in ammollo per circa 3 ore a temperatura ambiente.

4
Fatto

Trascorso il tempo, mettete la pentola sul fuoco e a fiamma bassa portate a bollore. Quando avrà raggiunto l’ebollizione, fate cuocere le scorze d’arancia per 3 minuti esatti. Dopodiché scolatele dall’acqua, risciacquatele sotto l’acqua corrente fredda, poi inseritele nuovamente nella pentola, aggiungete dell’altra acqua senza salarla e portate a bollore. Una volta raggiunto il punto di ebollizione, fate cuocere le scorze per tre minuti a fuoco basso. Scolatele nuovamente, verificando la consistenza e, se dovessero risultare eccessivamente dure, rimettete le scorzette nella pentola, dopo averle sciacquate bene con acqua fredda, e fatele cuocere per altri 3 minuti dal momento in cui comincia il bollore, sempre a fuoco basso. (E’ fondamentale valutare bene la consistenza in questo momento perché se risultano dure, saranno dure fino alla fine, al contrario, se sono eccessivamente morbide alla fine rimarranno eccessivamente morbide).

5
Fatto

Una volta che avranno raggiunto la giusta consistenza, scolatele molto bene per eliminare tutta l’acqua e ponetele su un vassoio rivestito con carta assorbente, distribuendole bene per farle asciugare e lasciatele così per circa un’ora.

6
Fatto

Passato il tempo di riposo, pesate le scorze di arancia su una bilancia. Dopodiché pesate anche lo zucchero e l’acqua (per 1 kg di scorze di arancia dovrete aggiungere 500 gr di zucchero e 1 kg di acqua).

7
Fatto

Mettete l’acqua e lo zucchero all’interno di un pentolino e, portate sul fuoco e fate sciogliere completamente lo zucchero a fiamma bassa, mescolando ogni tanto, fino a ottenere uno sciroppo.

8
Fatto

Dopodiché inserite le scorzette di arancia nella pentola, coprite con un coperchio e a fuoco basso portate lentamente a ebollizione e una volta raggiunto il bollore, continuate la cottura per altri20 minuti, tenendo il coperchio semiaperto in modo da far evaporare una parte importante di acqua.. trascorsi i 20 minuti lo sciroppo si sarà ridotto in modo considerevole , quindi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire le scorzette all’interno del pentolino.

9
Fatto

Trasferite i canditi in una pirofila con tutto lo sciroppo residuo, distribuiteli bene su tutta la superficie, quindi copriteli con un canovaccio e lasciateli riposare per circa 10-12 ore, anche fino a 24 ore, a temperatura ambiente.

10
Fatto

Trascorso il tempo di riposo, noterete che sul fondo della pirofila si sarà depositato lo sciroppo, quindi aggiungete altri 100 gr di zucchero semolato e mescolatele delicatamente per farlo sciogliere. Quindi ricoprite nuovamente con un canovaccio e fate riposare per altre 6-7 ore in modo da estrarre la parte restante di liquidi.

11
Fatto

Trasferite i canditi in uno scolapasta e lasciateli dalle 5 alle 10 ore in modo che lo sciroppo scolerà lentamente (lo sciroppo che ricaverete potrà essere utilizzato per tantissime preparazioni, dai gelati alle creme). I canditi di arancia sono pronti per essere gustati! Si conservano a temperatura ambiente all’interno di contenitori ermetici per circa 1 anno.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Spaghetti con Concha Negra
successiva
Zuppetta di Mare Esotica
precedente
Spaghetti con Concha Negra
successiva
Zuppetta di Mare Esotica

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi