• Home
  • altro
  • Come pulire le Sarde e metterle sotto sale
0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

q.b. sarde fresche
q.b. sale grosso consiglio il sale marino grosso integrale

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Come pulire le Sarde e metterle sotto sale

Origine:
  • Intermedio

Ingredienti

Istruzioni

Condividi

Un metodo facile che vi permetterà di risparmiare un sacco di soldi. Le sarde sotto sale sono gustose e ottime per la preparazione di ricette a base di pesce.

(Visited 373 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Premetto che le sarde non vanno assolutamente lavate. Iniziate a pulire le sarde staccando la testa con una lieve pressione del pollice a livello delle branchie, quindi inserite l’indice all’interno della pancia e trascinatelo lungo la lunghezza della sarda per portare via tutte le interiora, comprese le spine che, a differenza delle alici che non le contengono, sono presenti nella parte bassa della pancia. Verificate anche che all’interno delle interiora non vi siano presenti dei vermetti (Anisakis), in quel caso vi consiglio di buttare via la sardina.

2
Fatto

Per ottenere i filetti di sarde da far friggere, staccate la testa, evisceratele e rimuovete la lisca centrale, quindi apritele a libro.

3
Fatto

Una volta puliti i filetti prendete un contenitore alimentare, in plastica o in vetro, e spargete uno strato di sale grosso sul fondo. Dopodiché poneteci sopra il primo strato di sarde, sistemandole una attaccata all’altra per non lasciare spazi vuoti, quindi ricopritele con uno strato di sale. Ripetete gli strati di sarde e di sale fino ad arrivare quasi al bordo del contenitore e completate con uno spesso strato di sale. Coprite il contenitore con l’apposito coperchio e conservate le sarde sotto sale in frigorifero per almeno 5 giorni prima di essere utilizzate e gustate.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Come pulire le cozze e bilanciare la percentuale di sale per ottenere ricette professionali
successiva
Spaghetti con Ragù di Merluzzo
precedente
Come pulire le cozze e bilanciare la percentuale di sale per ottenere ricette professionali
successiva
Spaghetti con Ragù di Merluzzo

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi