• Home
  • primi
  • Risotto con Asparagi e Capesante, Mantecato con Avocado
0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
250 gr. riso carnaroli
10 capesante
250 gr. asparagi
1 avocado
mezzo limone
1 cipolla in alternativa uno scalogno
½ bicchiere vino bianco
brodo vegetale
sale e pepe
olio extravergine di oliva
Per il brodo vegetale
1 gambo sedano
1 carota
1 cipolla
1 pomodorino
parte fibrosa asparagi
1 l. acqua

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Risotto con Asparagi e Capesante, Mantecato con Avocado

Origine:

Il Risotto con Asparagi e Capesante, Mantecato con Avocado, è un primo di pesce sfizioso e dal gusto delicato, davvero spettacolare e super sano, realizzato con asparagi freschi, delle profumatissime capesante e mantecato con una crema di avocado.

  • 50'
  • Porzioni 4
  • Principiante

Ingredienti

  • Per il brodo vegetale

Istruzioni

Condividi
(Visited 4.095 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Iniziamo

Oggi vi svelerò una ricetta mia personale realizzata con asparagi freschi e dei molluschi molto prelibati, le capesante; in questa ricetta non userò nè burro, nè formaggio per mantecare il tutto, ma bensì un frutto tropicale, l’avocado.

2
Fatto

Puliamo gli asparagi e prepariamo il brodo

Iniziate la preparazione del risotto pulendo gli asparagi, la parte fibrosa del gambo la aggiungerete nel brodo vegetale insieme ad un gambo di sedano, una carota, una cipolla, uno spicchio d’aglio e un pomodorino. Dopo aver tagliato grossolanamente le verdure per il brodo, mettiamole in un pentolino con 1 litro di acqua e quando giungerà ad ebollizione, aggiungiamo il sale e, a fuoco bassissimo, facciamo cuocere per 20 minuti circa.

3
Fatto

Tritiamo mezza cipolla e tagliamo gli asparagi a pezzetti, lasciandone 3 interi da parte

Preparazione del risotto: tritate finemente mezza cipolla e mettetela in una padella con i bordi alti insieme ad un filo d’olio extravergine d’oliva e fate soffriggere. Nel frattempo lasciate tre asparagi interi e, dopo aver eliminato la parte fibrosa dei gambi, tagliate le punte del resto degli asparagi a pezzetti, quindi aggiungeteli tutti in padella, salate e fate cuocere per qualche minuto, rimestando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

4
Fatto

Togliamo gli asparagi interi dalla padella e versiamo il riso

Passato il tempo necessario, togliete dalla padella i 3 asparagi interi, tenendoli da parte in un piatto, e versate il riso.

5
Fatto

Facciamo tostare il riso e poi sfumiamo con il vino

Fate tostare per un paio di minuti mescolando continuamente, quindi unite un pochino di vino bianco e lasciatelo sfumare. Quando il vino sarà completamente assorbito, aggiungete il brodo vegetale, poco alla volta, e continuando a mescolare, fate cuocere completamente il riso. Nel frattempo laviamo e prepariamo le capesante.

6
Fatto

Stacchiamo il frutto dalle conchiglia e dividiamo il corallo dal frutto

Prima di tutto staccate il frutto dalla conchiglia, dopodiché dividete le due parti della capasanta, quella arancione detto corallo e la parte bianca (il frutto). Quindi, con un coltello tagliate a pezzetti il corallo (la parte arancione), dopodiché salatelo e pepatelo.

7
Fatto

In una padella facciamo cuocere i pezzetti di corallo con i 3 asparagi interi

All’interno di un padellino versate un filo d’olio extravergine d’oliva e aggiungete i tre asparagi che avevate tenuto da parte. Fate soffriggere per qualche secondo a fuoco medio-alto. Quindi unite i pezzettini di corallo e fate cuocere per un paio di minuti. Dopodiché togliete dalla padella gli asparagi interi, ormai insaporiti, e teneteli da parte per la decorazione del piatto.

8
Fatto

Uniamo i pezzetti di corallo al riso

Mentre i pezzetti di corallo uniteli al riso e mescolate. Ricordate sempre che, se il risotto tende ad asciugarsi, aggiungete qualche mestolo di brodo vegetale.

9
Fatto

Facciamo cuocere i frutti delle capesante in un altra padella

Ora, mentre il risotto finirà di cuocere, salate e pepate i frutti delle capesante (la parte bianca), quindi fateli cuocere per un paio di minuti all’interno di un padellino insieme ad un filo d’olio extravergine d’oliva e, quando saranno cotti, poneteli su un piatto poiché serviranno per la decorazione. Infine, tagliate a metà un avocado e, una volta eliminato il seme, con un cucchiaio recuperate tutta la polpa in una ciotola.

10
Fatto

Prepariamo la crema di avocado

Dopodiché con una forchetta riducetela in crema. Spremete anche mezzo limone.

11
Fatto

Aggiungiamo il fondo di cottura delle capesante alla crema

Aggiungete alla polpa anche il fondo di cottura delle capesante e il succo di mezzo limone. Aggiustate di sale e di pepe e mescolate bene il tutto.

12
Fatto

Aggiungiamo la crema di avocado al riso e mantechiamo

Quando il risotto avrà terminato la cottura, spegnete il fuoco e aggiungetegli la crema di avocado e mantecate bene per un minuto fino a che il risotto non risulterà bello cremoso. Dopodiché ponete in superficie gli asparagi interi e le capesante, quindi coprite con un coperchio e fate riposare per 30-40 secondi prima di servire. E…Buon appetito!

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Spaghetti alla Tarantina – Spaghetti con le Cozze e salsa di Pomodoro
successiva
Paella di Mare, Paella di Pesce, Paella de Marisco
precedente
Spaghetti alla Tarantina – Spaghetti con le Cozze e salsa di Pomodoro
successiva
Paella di Mare, Paella di Pesce, Paella de Marisco

2 Commenti Nascondi i commenti

Veramente bravo. Oltre che simpatico da matti. Ormai da un po’ sono diventato uno dei suoi fans più fedeli, tanto che quando cucino (sempre le sue ricette che seguo fedelmente) alla fine viene anche a me da dire: “Si ma. però, sarà buono o non sarà buono?” Complimenti veramente, e grazie.

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi