0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
500 gr funghi porcini in alternativa un mix di funghi o qualunque altro tipo di fungo
500 gr patate (meglio a pasta gialla, ma vanno bene un po’ tutte, cambia solo il tempo di cottura che comunque non influisce sul risultato finale)
50 gr porro
un pochino timo fresco
10/15 gr funghi porcini secchi
un pugnetto prezzemolo tritato fresco
sale e pepe
olio extravergine di oliva
1 l brodo vegetale
Per il brodo vegetale
1 litro acqua
50 gr sedano
50 gr carota
50 gr cipolla
sale

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Vellutata Rustica di Funghi Porcini

Origine:
  • 45'
  • Porzioni 2
  • Principiante

Ingredienti

  • Per il brodo vegetale

Istruzioni

Condividi

Per acquistare l’olio extravergine di oliva del mio amico Giuseppe clicca (qui).

Come viene fatto l’olio del mio amico Giuseppe, clicca qui: Produzione olio Extravergine di Oliva.

4 Falsi Miti Sui Porcini – COME PULIRE E SELEZIONARE I FUNGHI PORCINI, clicca (qui).

(Visited 717 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Per preparare la vellutata rustica di funghi porcini cominciate dalla preparazione de brodo vegetale: lavate il sedano, le carote e la cipolla e tagliatele a tocchetti della stessa dimensione, poi mettetele nella pentola con un litro di acqua, coprite con un coperchio e a fuoco medio portate ad ebollizione. Quindi salate e lasciate cuocere per 20 minuti. Dopodiché spegnete il fuoco e tenete il brodo da parte (il brodo può essere utilizzato anche freddo per questa ricetta, non è necessario tenerlo in caldo).

2
Fatto

Nel frattempo pulite i funghi: con un coltellino raschiate la superficie del fungo per eliminare i residui di terra, sia dal gambo che dal cappuccio. Poi sciacquateli velocemente sotto un getto di acqua fredda e asciugateli immediatamente per evitare che assorbono acqua. Con un movimento rotatorio separate le cappelle dei funghi dai gambi e con un coltello tagliate entrambi a pezzetti, quindi tenete da parte.

3
Fatto

Mettete in ammollo i funghi secchi con due mestoli di brodo. Sbucciate le patate, sciacquatele e grattugiatele con una grattugia a fori grossi. Lavate e tritate finemente il porro.

4
Fatto

In un pentolino dai bordi alti versate un giro di olio extravergine d’oliva, sufficiente a coprire il fondo, aggiungete il porro e cominciate a soffriggerlo a fuoco basso. Quando si sarà appassito, unite i funghi porcini, regolate di sale e lasciate cuocere a fiamma alta per circa 2 minuti, mescolando frequentemente, finché tutto il liquido di vegetazione dei funghi non sarà evaporato.

5
Fatto

Dopodiché versate le patate e, dopo un paio di minuti, aggiungete anche i funghi porcini secchi che avevate lasciato in ammollo con tutto il loro brodo.

6
Fatto

Mescolate bene tutti gli ingredienti a fuoco medio-basso, quindi aggiungete del brodo vegetale sufficiente a coprire il tutto (la quantità di brodo potete deciderla voi, se volete una vellutata più densa ne mettete di meno, se la preferite più liquida ne mettete di più), coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per almeno 30 minuti.

7
Fatto

Passato il tempo di cottura, assaggiate e regolate di sale, poi con un mixer a immersione frullate il tutto a intermittenza in modo da ottenere un composto cremoso con qualche pezzetto di fungo. La vostra Vellutata Rustica di Funghi Porcini è pronta! Lasciatela ancora sul fuoco per almeno un paio di minuti prima di servirla. Impiattate la vellutata e completate aromatizzando con del prezzemolo tritato, timo fresco, pepe al gusto e un filo di olio extravergine di oliva a crudo. Potete accompagnarla con fette di pane casereccio o crostini di pane.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Risotto Gorgonzola e Noci, ricetta originale
successiva
Fagiolata con la Nduja
precedente
Risotto Gorgonzola e Noci, ricetta originale
successiva
Fagiolata con la Nduja

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi