0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
6 gamberoni
2/3 scampi
un trancio pesce spada
una fetta tonno fresco
un trancio salmone fresco
1/2 kg. anelli di calamaro
6 seppie in alternativa calamari
1 kg. cozze
5/6 foglie salvia
3/4 foglie basilico
2/3 rametti rosmarino fresco
una manciata prezzemolo
2 limoni
q.b. pangrattato
sale e pepe
olio extravergine di oliva
Per la decorazione del piatto
6/7 foglie insalata ghiaccio (iceberg)
10/12 pomodorini pachino o datterini
aceto balsamico di Modena
sale
olio extravergine di oliva

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Grigliata di Pesce Imperiale

Origine:
  • 40'
  • Porzioni 3
  • Principiante

Ingredienti

  • Per la decorazione del piatto

Istruzioni

Condividi

Tempi di cottura:

Seppie, calamari e salmone: 3 minuti per lato.

Pesce spada e tonno di circa 1 cm. di spessore: 2 minuti per lato.

Qualsiasi tipo di pesce che mettete a cuocere sulla piastra va’ spennellato con la marinatura da ambo i lati.

Tenete sempre la piastra pulita e, se si dovesse sporcare, basta versare sopra  un po’ di sale grosso e con uno straccio strofinare bene la superficie.

Per tenere il pesce in caldo coprite il vassoio con un foglio d’alluminio.

(Visited 1.868 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Per servire la grigliata di pesce in tavola, decorate un vassoio con qualche foglia di insalata iceberg, dopo averla lavata bene. In una ciotola condite i pomodorini tagliati a metà con sale, qualche foglia di basilico rigorosamente spezzettata a mano, un pochino di aceto balsamico di Modena e un filo d’olio extravergine d’oliva, quindi mescolate e lasciate insaporire.

2
Fatto

A gamberoni e scampi va’ eliminata la testa e l’intestino , il filo nero, che si trova sulla schiena, sfilandolo via con l’aiuto di uno stuzzicadenti all’altezza della testa. Dopodiché lavateli bene sotto l’acqua corrente. Mettete quindi le code di gamberi in uno spiedino: il primo gamberone va’ inserito con la curvatura della schiena verso l’alto, questo serve per una migliore impugnatura dello spiedino, mentre gli altri inseriteli con la curvatura verso il basso. Gli scampi lasciateli così come sono.

3
Fatto

Pulite le seppie o calamari, eliminando la pelle e le interiora, staccate i ciuffi, poi infilzateli su uno spiedo in questo modo: prima infilzare la sacca di un calamaro o seppia per il lungo e non nel senso orizzontale, poi un ciuffo, poi una seconda sacca e infine un altro ciuffo. Dopo averli preparati spennellateli con un pochino d’olio extravergine d’oliva, quindi passateli nel pangrattato e, dopo aver eliminato l’eccedenza di pane, poneteli sopra un piatto.

4
Fatto

Per quanto riguarda gli anelli di calamaro che generalmente vengono venduti decongelati e sono addizionati con dei conservanti, vanno risciacquati bene sotto l’acqua corrente, dopodiché vanno asciugati, quindi potete ungerli con un pochino di olio extravergine d’oliva e sono pronti per la cottura.

Salmone, pesce spada e tonno tagliati in tranci non vanno assolutamente lavati sotto l’acqua corrente, almeno che non presentano evidenti impurità, in quel caso vanno lavati e immediatamente tamponati e asciugati con un foglio di carta assorbente.

In ultimo preparate le cozze: lavatele bene sotto l’acqua corrente ed eliminate il bisso, ovvero il filamento verdastro. Se preferite le vongole mettetele a spurgare in acqua e sale (in ogni litro di acqua aggiungere 25 gr. di sale marino)e cambiate l’acqua ogni due ore per un totale di 6 ore.

5
Fatto

Preparazione della marinatura:

Tritate finemente gli aghi di rosmarino e la salvia, quindi metterli in una ciotola ed aggiungere delle foglie di basilico (o menta) spezzettate a mano, una generosa dose di sale, pepe al gusto, il succo di mezzo limone e, a filo, un pochino d’olio extravergine d’oliva, quindi amalgamare bene con una frusta o una forchetta.

6
Fatto

Cottura

Riscaldare bene una griglia e prima di adagiarci il pesce spolverizzate la superficie con un po’ di sale. Se utilizzate il barbecue mettete un pochino di sale sopra il pesce prima di iniziare la fase di cottura. Quindi poggiate delicatamente il pesce sulla piastra: gli spiedini di seppie o calamari, gli anelli di calamari, gli scampi e i gamberoni. Per una cottura uniforme e più rapida, coprite il pesce, soprattutto i calamari e le seppie, con un foglio d’alluminio, e quando vedete che la parte a contatto con la piastra inizia a ritirarsi leggermente e a colorirsi, giratelo dall’altro lato, spennellate la superficie con la marinatura e proseguite la cottura. Quando il pesce sarà cotto, disponetelo sul vassoio.

7
Fatto

Dopodiché disponete i tranci di pesce spada, salmone e tonno, spennellateli con la marinatura e fateli cuocere 2 minuti per lato, altrimenti seccano troppo.

Le cozze poggiatele sulla griglia, copritele con un foglio d’alluminio, mescolatele di tanto in tanto e quando si saranno aperte sono pronte.

8
Fatto

Tenete sempre la piastra pulita e, se si dovesse sporcare, basta versare sopra un po’ di sale grosso e con uno straccio strofinare bene la superficie.

Per tenere il pesce in caldo coprite il vassoio con un foglio d’alluminio.

9
Fatto

Distribuite sul vassoio di pesce i pomodorini conditi con basilico e aceto balsamico, decorate con fettine di limone e spolverizzate la superficie con prezzemolo tritato fresco. Infine, spennellate con la restante marinatura. La grigliata di pesce Imperiale è pronta da servire in tavola. Accompagnatela con una bella birra fresca!

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Gnocchi con Gorgonzola, Noci e Zafferano
successiva
Pasta Fredda di Mare – insalata di Pasta Fredda di Mare
precedente
Gnocchi con Gorgonzola, Noci e Zafferano
successiva
Pasta Fredda di Mare – insalata di Pasta Fredda di Mare

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi