• Home
  • secondi
  • Calamari Ripieni al Profumo di Funghi Porcini Secchi
0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Calamari Ripieni al Profumo di Funghi Porcini Secchi

Origine:
  • 1 h
  • Porzioni 4
  • Principiante

Ingredienti

Istruzioni

Condividi
(Visited 178 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Cominciate a mettere in ammollo i funghi porcini secchi in una terrina con acqua fresca per circa 30 minuti. Poi passate alla pulizia dei calamari: estraete dal corpo la pennetta di cartilagine trasparente, poi afferrate il ciuffo di tentacoli e tiratelo fuori dal corpo molto delicatamente, verrà via anche la testa con le viscere.

2
Fatto

Recuperate la sacca del nero, dal colore argenteo, che si trova tra le viscere e che potete utilizzare per le ricette al nero di seppia. Recuperate le interiora nobili, come le uova e il fegato, e gettate via il resto delle interiora.

3
Fatto

Infine eliminate gli occhi dai tentacoli e il becco che si trova al centro del ciuffo. Ora riprendete il corpo e sfilate via la pelle.

4
Fatto

Lavate tutte le parti dei calamari sotto l’acqua corrente, sciacquate bene ogni singolo tentacolo per eliminare i dentini. Una volta puliti tutti i calamari, tagliate i ciuffi a pezzetti e metteteli nella ciotola insieme alle interiora nobili.

5
Fatto

Trascorso il tempo di ammollo dei funghi, tirateli fuori dall’acqua, strizzateli bene e tagliateli a tocchetti. L’acqua dei funghi filtratela e tenetela da parte.

6
Fatto

Nella ciotola dei calamari sminuzzati, aggiungete i funghi, il prezzemolo precedentemente tritato, uno spicchio d’aglio tritato, il pangrattato, l’uovo intero, il sale, un po’ di pepe e un filo di olio extravergine d’oliva, mescolate il tutto con una forchetta e riempite le sacche dei calamari solo per metà in modo tale che il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

7
Fatto

Pressateli leggermente e bucherellate tutta la superficie dei calamari per fare uscire l’aria, poi chiudete l’apertura con un ferretto o uno stuzzicadenti.

8
Fatto

In una casseruola di adeguate dimensioni fate soffriggere lo spicchio d’aglio intero in camicia con un filo di olio extravergine d’oliva e un peperoncino al gusto, quindi unite i calamari ripieni e lasciateli rosolare da entrambe le parti, poi alzate il fuoco e sfumate con il vino bianco secco. Non appena la parte alcolica del vino sarà evaporata, aggiungete un bel mestolo dell’acqua dei porcini, dove li avevate fatti reidratare, e continuate la cottura dei calamari a fuoco vivace per 3 o 4 minuti, girandoli frequentemente e bucherellando la loro superficie con uno spillone per non farli scoppiare durante la cottura.

9
Fatto

Dopodiché aggiungete la salsa di pomodoro, ancora un mestolo di acqua dei funghi, regolate di sale e di pepe, coprite e a fuoco medio-alto portate velocemente ad ebollizione. Quindi spostate la casseruola sul fuoco più basso e continuate la cottura per altri 45 minuti a fuoco medio-basso girandoli di tanto in tanto.

10
Fatto

Trascorso il tempo di cottura togliete i calamari dalla casseruola mettendoli al caldo in un’altra pentola o coprendoli con un foglio di alluminio, e fate ridurre la salsa spostandola in un pentolino fino a quando non avrà raggiunto la densità desiderata.

11
Fatto

I calamari ripieni sono pronti. Serviteli caldi tagliati a fette con il loro sughetto e un filo di olio extravergine d’oliva a crudo.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Polpo alla Barbato per il Cenone di Capodanno 2024
successiva
Come fare la Porchetta in Casa, Tronchetto di Porchetta dello Cheffo Barbato
precedente
Polpo alla Barbato per il Cenone di Capodanno 2024
successiva
Come fare la Porchetta in Casa, Tronchetto di Porchetta dello Cheffo Barbato

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi