• Home
  • altro
  • Come Aprire i Ricci di Mare ed Estrarre la Polpa
0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

500 gr. ricci di mare
1 l. acqua fredda
40 gr. sale marino
Utensili:
3 recipienti uno grande, uno medio e uno piccolo
un colino a maglie piccole
un cucchiaino
forbici da cucina

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Come Aprire i Ricci di Mare ed Estrarre la Polpa

Origine:

I Ricci di Mare sono degli invertebrati marini molto gustosi appartenenti alla famiglia degli Echinodermi, diffusi soprattutto nel Mar Mediterraneo. La parte edibile del frutto di mare è composta da uova piccolissime, chiamate gonadi, contenute al suo interno. I ricci di mare si possono mangiare crudi , al naturale, consumati direttamente dal guscio e con un po’ di limone, ma molto utilizzati per la preparazione di antipasti o primi piatti gustosissimi. Prima di utilizzare i ricci di mare, è necessario imparare ad aprirli correttamente… Quindi seguite la mia videoricetta!

  • 10'
  • Intermedio

Ingredienti

  • Utensili:

Istruzioni

Condividi
(Visited 2.766 times, 6 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Iniziamo

Vediamo come si preparano i ricci di mare. Prima di tutto prepariamo gli utensili che ci occorrono per aprirli. Quindi abbiamo bisogno di tre recipienti, un colino a maglie piccole, un paio di forbici da cucina.

2
Fatto

Mettiamo acqua fredda e sale nel recipiente più grande

In un recipiente grande inseriamo 1 litro di acqua fredda e 40 gr di sale e mescoliamo fino al completo scioglimento del sale. Per aprire i ricci di mare afferriamoli con una mano e con la lama più appuntita di una forbice foriamo delicatamente il guscio, vicino alla bocca del riccio, ed iniziamo a tagliarli in orizzontale lungo tutta la loro circonferenza (questa operazione va’ fatta con la dovuta cautela).

3
Fatto

Tagliamo i ricci

Quando avremo completato il cerchio, l’intero guscio si aprirà in due parti. All’interno del riccio, oltre la polpa, c’è un liquido e alcuni residui come la vescichetta e le alghe digerite dal mollusco, quindi raccogliamo il liquido dentro un recipiente che andremo poi a filtrare e sciacquiamo il riccio nella salamoia di acqua e sale.

4
Fatto

Eliminiamo la vescichetta nera e i residui di alghe

Con un cucchiaino, andiamo ad eliminare con delicatezza la vescichetta nera e i residui di alghe facilmente individuabili per il loro colore verdastro, dopodiché estraiamo la polpa del riccio (la parte edibile), raschiando con un cucchiaino e la disponiamo in un’altra ciotola.

5
Fatto

Estraiamo la polpa

Ora, con un colino a maglie piccole, filtriamo il liquido che c’era all’interno del riccio poiché ci servirà per la preparazione della ricetta degli spaghetti con i ricci di mare.

6
Fatto

Ora potete preparare la pasta!

Inseriamo un po’ di liquido anche nella polpa di riccio, utile per la conservazione della polpa se non viene utilizzata immediatamente.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Spaghetti con i Ricci Di Mare – Ricetta classica
successiva
Spaghetti alla Tarantina – Spaghetti con le Cozze e salsa di Pomodoro
precedente
Spaghetti con i Ricci Di Mare – Ricetta classica
successiva
Spaghetti alla Tarantina – Spaghetti con le Cozze e salsa di Pomodoro

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi