• Home
  • Come si fa
  • Conservazione del Lievito Madre – Come conservare il Lievito Madre Durante le Ferie?
1 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

50 gr Lievito Madre
30 gr acqua
60 gr farina la stessa farina che utilizzate generalmente per fare il rinfresco del lievito

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Conservazione del Lievito Madre – Come conservare il Lievito Madre Durante le Ferie?

Caratteristiche:
  • Ricetta Cruda
Origine:

Come conservare il Lievito Madre Durante le Ferie? Seguite questo procedimento facile che vi permetterà di conservarlo per circa tre mesi!

  • 15'
  • Principiante

Ingredienti

Istruzioni

Condividi
(Visited 41.312 times, 6 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Prendete dal frigorifero il vostro lievito madre e lasciatelo a temperatura ambiente per circa 1 ora. Dopodiché cominciate con il primo rinfresco per la fase di conservazione. Prima di tutto prelevate 50 gr di lievito dal barattolo, il resto buttatelo via, e aggiungete 30 gr di acqua. Mescolate bene con un cucchiaio fino a farlo sciogliere come il latte. Dopodiché aggiungete la farina, la stessa che utilizzate di solito per i rinfreschi, e continuate a mescolare con un cucchiaio per farla assorbire.

2
Fatto

Quando il lievito risulterà ben compatto ma ancora appiccicoso, trasferitelo su un piano da lavoro infarinato e continuate ad impastare con le mani. Girate la pasta madre su se stessa, stendendola e ripiegandola (le pieghe servono per dare forza all’impasto che andranno a formare e creare il nervo), e continuate ad aggiungere farina se dovesse risultare troppo appiccicosa. Quando il lievito avrà assorbito tutta la farina necessaria, formate una palla e metterla all’interno di un barattolo chiuso ermeticamente e conservatelo in freezer anche fino a tre mesi. Prima di utilizzare il vostro lievito madre, estraetelo dal freezer e trasferitelo all’interno del frigorifero lasciandolo riposare per almeno 48 ore. Dopodiché rinfrescatelo come al solito, con la stessa dose di farina e metà dose in acqua, una volta al giorno per i primi due giorni, conservandolo nel barattolo a temperatura ambiente senza riporlo in frigorifero, quindi il terzo giorno dopo averlo rinfrescato continuate la conservazione in frigorifero e lo rinfrescate come al solito una volta alla settimana.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Sorbetto al Limone
successiva
Polpette di Melanzane e Carne Trita
precedente
Sorbetto al Limone
successiva
Polpette di Melanzane e Carne Trita

13 Commenti Nascondi i commenti

Ciao Stefano, ho accumulato un po’ di lievito madre perchè non ho avuto tempo di fare pane o pizza. E se provassi a congelarne una parte così com’è per non buttare niente?
Cosa succederebbe?

Ciao chef, ti ho scoperto per caso e non ti ho più mollato, sei simpaticissimo! Vorrei fare il lievito madre ma non ho il miele, cosa posso adoperare al posto ottenendo lo stesso risultato? Un’altra cosa, purtroppo sono allergica al nichel e la farina che ne contiene in pochissima quantità è la 00, pensi che possa venire lo stesso? Rimango in attesa di tuoi consigli, grazie! Silvana

Ciao Silvana, come starter, al posto del miele, puoi utilizzare un cucchiaino di zucchero. Per quanto riguarda la farina, va benissimo la 00.

Ciao chef ho messo ieri sera dopo il rinfresco il lm x la prima volta in frigo ma ho notato che si crea la condensa…come posso fare?

Salve Chef,vorrei chiederLe se potessi fare un bagnetto preventivov ogni qualvolta ho intenzione di panificare per non incorrere in impasti dal retrogusto acido.Grazie,e complimenti

Salve chef, un dubbio circa la procedura per riutilizzare il lievito madre dopo le ferie: ho preso il barattolo della PM dal congelatore e l ‘ho riposto in frigo, ora trascorsi 2 gg devo fare i rinfreschi e lasciare il barattolo a temperatura ambiente ma qui sorge il mio dubbio devo mettere il coperchio? socchiuderlo? mettere una pellicola?grazie per le info!!!!

ciao stefano dopo 12 giorni il mio lievito m. e triplicato dopo il rinfresco Come posso conservarlo e come Grazie

Il lievito madre per il primo mese va rinfrescato una volta a settimana, a meno che non si debba usare, in quel caso si rinfresca ogni volta che si utilizza. Dopo il primo mese si potrebbe anche fare una volta ogni 15 giorni, ma comunque un rinfresco settimanale è consigliato. Come si rinfresca: tiri fuori dal frigo il barattolo, lo lasci a temperatura ambiente per un’oretta, poi lo rinfreschi tutto con idratazione al 50% e metti in frigo dopo un paio d’ore se non vuoi panificare, altrimenti prelevi la parte che ti serve, lasciandola raddoppiare per circa 4 ore a temperatura ambiente prima di procedere con l’impasto e il resto del lievito rinfrescato lo riponi in frigo per le prossime ricette o per i successivi rinfreschi.

Ciao Chef! Complimenti innanzitutto per il tuo sito e le tue ricette.
Ho un problema con il lievito madre: dopo il primo impasto, che deve riposare 48 ore, si formano delle piccolissime macchioline scure, dei micro-puntini. Può essere muffa? L’ho già fatto 3 volte e succede sempre!! Se è muffa, cosa mi consigli per evitarla? Vorrei mandarti una foto del lievito ma non riesco, comunque sono puntini veramente minuscoli, come se fossero granellini di polvere. Cosa ne pensi?
Aiuto!!!

Ciao, dovresti cercare di capire se si tratta realmente di muffa o dei semplici puntini neri, in questo secondo caso non sarebbero altro che dei micro frammenti di crusca contenuti nella farina usata. Quindi ti consiglio di andare avanti con gli step.

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi