• Home
  • primi
  • Scialatielli allo scoglio, pasta ai frutti di mare, alla marinara
0 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
600 gr scialatielli freschi in alternativa 500 gr di scialatielli disidratati o altra pasta
4 scampi grandi
10 gamberoni
400 gr pesce spada
300 gr calamari in alternativa totani o seppie
700/800 gr vongole
300/500 gr cozze
10 pomodorini pachino, datterino o ciliegino
1 ciuffo prezzemolo
2 spicchi d'aglio
al gusto peperoncino
sale e pepe
olio extravergine di oliva
sale grosso per l'acqua di cottura della pasta

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Scialatielli allo scoglio, pasta ai frutti di mare, alla marinara

Origine:
  • 1 h e 15'
  • Porzioni 4
  • Intermedio

Ingredienti

Istruzioni

Condividi

Per preparare gli Scialatielli in Casa clicca (qui).

Per quanto riguarda il pesce (molluschi, crostacei, ecc), ognuno di questi ha un tempo diverso di cottura, quindi è importante cuocerli separatamente per ottenere dei buoni risultati poiché, se dovessimo cucinarli tutti insieme, ci troveremmo dei prodotti crudi, altri eccessivamente cotti e alcuni gommosi.

(Visited 1.426 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Spurgate dapprima le vongole per eliminare i granelli di sabbia e altre impurità mettendole in ammollo in acqua fredda e sale grosso per 4-6 ore, avendo cura di cambiare l’acqua ogni due ore (per ogni litro di acqua ci vorranno 25 gr. di sale). Passato il tempo, risciacquate bene i frutti di mare sotto l’acqua corrente e scolateli. Le vongole sono pronte.
Lavate il prezzemolo, asciugatelo, poi separate le foglioline dai gambi. Tritate finemente le foglie con un coltello, mentre i gambi lasciateli un attimo da parte. Lavate i pomodorini e tagliateli in 2 o in 4 parti, a seconda delle dimensioni.

2
Fatto

Dopodiché pulite i gamberi senza sgusciarli: con una forbice incidete il dorso del gambero lasciando il carapace attaccato, poi con uno stuzzicadenti eliminate il filamento intestinale nero.

3
Fatto

Passate alla pulizia degli scampi incidendoli allo stesso modo dei gamberi nella parte dorsale, senza togliere il carapace, e rimuovete l’intestino.

4
Fatto

Pulite bene le cozze: staccate il filamento che si trova nella parte laterale delle cozze, chiamato bisso, spingendolo verso la punta della conchiglia, dopodiché sciacquatele bene sotto l’acqua corrente fresca, sfregandole l’una contro l’altra, in modo che si andranno ad eliminare tutte le impurità esterne, quindi tenetele da parte. Pulite i calamari e tagliateli a striscioline. Infine tagliate il pesce spada a cubetti.

5
Fatto

Cottura delle cozze e delle vongole

In una padella versate un giro d’olio extravergine d’oliva, aggiungete del peperoncino al gusto, uno spicchio d’aglio intero in camicia, i rametti del prezzemolo, le cozze e le vongole. Coprite con un coperchio e a fuoco vivo cominciate la cottura. Piano, piano le cozze e le vongole rilasceranno la loro acquetta e inizieranno ad aprirsi. Lasciate che tutti i gusci si schiudano mescolando di tanto in tanto, dopodiché estraeteli dalla padella e metteteli in una ciotola.

6
Fatto

Filtrate il liquido di cottura attraverso un colino a maglie strette, in questo modo verranno filtrati ulteriori granelli di sabbia. Eliminate anche lo spicchio d’aglio. Sgusciate i molluschi lasciandone qualcuno intero per la decorazione finale del piatto.

7
Fatto
3'

Cottura degli scampi

All’interno di una padella scaldate un filo d’olio extravergine d’oliva con uno spicchio d’aglio intero e schiacciato in camicia, aggiungete gli scampi, un po’ di peperoncino e i pomodorini e lasciate rosolare per un paio di minuti con il coperchio, girandoli di tanto in tanto. Vi accorgerete che gli scampi saranno cotti nel momento in cui le code cominceranno ad arricciarsi. A quel punto, per recuperare il fondo di cottura rilasciato dagli scampi, sfumate con un mestolo di liquido dei molluschi e lasciate insaporire per pochi istanti.

8
Fatto
2'

Cottura dei gamberi

Togliete gli scampi dalla padella, mettendoli da parte in un piatto, e incorporate i gamberi nella stessa padella con il sughetto lasciandoli cuocere per circa 1-2 minuti con il coperchio fino a quando la loro coda non si sarà arricciata per bene.

9
Fatto
6'

Cottura del pesce spada

Togliete anche i gamberi dalla padella e mettete a cuocere il pesce spada nello stesso sughetto, a fuoco medio e con il coperchio per 5-6 minuti, aggiungendo l’ultima parte di acquetta rilasciata dai molluschi.

10
Fatto
5'

Nel frattempo mettete a cuocere gli scialatielli, o altra pasta, in abbondante acqua bollente salata per 1 minuto in meno rispetto al tempo indicato sulla confezione (il tempo di cottura degli scialatielli freschi è di 4-5 minuti). Quando mancheranno 1-2 minuti alla fine della cottura della pasta, inserite i calamari nel sughetto di pesce, insieme ai cubetti di spada.
Scolate la pasta al dente e versatela direttamente nella padella con il sugo di pesce.

11
Fatto

Fate saltare il tutto e terminate la cottura della pasta aggiungendo, se necessario, un po’ della sua acqua di cottura. Spegnete il fuoco e unite tutto il pesce cucinato in precedenza: dapprima le cozze e le vongole sgusciate, poi i gamberoni e gli scampi, infine le cozze e le vongole con il guscio.

12
Fatto

Coprite con il coperchio e lasciate riposare per 1 minuto fino a quando non si sarà uniformata la temperatura.
Dopodiché amalgamate il tutto con una spolverata di prezzemolo tritato, un pochino di pepe e un filo di olio extravergine d’oliva a crudo e servite subito i vostri scialatielli allo scoglio. Buon appetito!

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Scialatielli fatti in casa ricetta originale
successiva
Come Spurgare le Vongole E BILANCIARE LA PERCENTUALE DI SALE PER OTTENERE RICETTE PROFESSIONALI
precedente
Scialatielli fatti in casa ricetta originale
successiva
Come Spurgare le Vongole E BILANCIARE LA PERCENTUALE DI SALE PER OTTENERE RICETTE PROFESSIONALI

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi