• Home
  • antipasti
  • Gnocco Fritto, ricetta originale depositata alla camera di commercio di Modena
1 1
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
500 gr farina 0 in alternativa farina 00
110 gr acqua a temperatura ambiente
150 gr latte in alternativa 260 gr di acqua totali per chi è intollerante al lattosio o per vegani
5 gr malto liquido o malto in polvere, in alternativa 5 gr di zucchero
45 gr strutto in alternativa margarina per i vegani
12 gr sale
8 gr lievito di birra fresco in alternativa 3 gr di lievito di birra disidratato
Per friggere:
q.b. strutto in alternativa olio di semi di arachidi

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Gnocco Fritto, ricetta originale depositata alla camera di commercio di Modena

Origine:
  • 3'
  • Porzioni 50
  • Intermedio

Ingredienti

  • Per friggere:

Istruzioni

Condividi

Cliccate qui per il Disclipinare:  https://www.tradizionesaporimodena.it/assets/Uploads/GNOCCO-FRITTO.pdf?fbclid=IwAR1GJw134hnhbZaXi5-GdLuLy5UmVEP0RQC3gTwzZfDdqnGcYyg0ecAzjOI

 

SE VOLETE COMPRARE L’OLIO DEL MIO AMICO GIUSEPPE E NON SOLO L’OLIO, MA ANCHE ALTRI PRODOTTI CALABRESI, CLICCATE QUI:  https://www.terradeigiganti.it/

WhatsApp 3479249329

(Visited 1.287 times, 9 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Sciogliete il lievito di birra (fresco o disidratato) in 110 gr di acqua a temperatura ambiente, dopodiché versate il composto ottenuto nel latte(se siete intolleranti al lattosio, sciogliete il lievito in 260 gr di acqua), unite il malto e mescolate con una spatola affinché si dissolva.

2
Fatto

Ora potete decidere se impastare manualmente o con la planetaria.

Per la preparazione manuale, versate in una ciotola la farina e aggiungere gradualmente la miscela di acqua, latte, lievito e malto, quindi cominciate a impastare fino a quando l’impasto risulterà granuloso e compatto. Aggiungete infine il sale e lo strutto, quindi trasferite l’impasto su una spianatoia e lavoratelo per altri 8 -10 minuti fino ad ottenere un panetto omogeneo e leggermente duro.

3
Fatto

Se utilizzate la planetaria, versate la miscela di acqua, latte, lievito e malto nel cestello, avviate la macchina utilizzando la foglia e aggiungete la farina poco per volta fino a quando l’impasto comincerà a prendere corpo.

4
Fatto

Ancor prima di inserire tutta quanta la farina, sostituite la foglia con il gancio e riavviate la macchina. Quindi aggiungete il sale, la restante farina e lo strutto e continuate ad impastare per altri 7-8 minuti o fino a quando il composto non si staccherà perfettamente dalle pareti del cestello della planetaria.
Trasferite l’impasto su una spianatoia e lavoratelo manualmente , stirandolo con il polso e ripiegandolo su se stesso, in questo modo darete forza ed elasticità all’impasto permettendo di sviluppare il glutine. Formate un panetto, ponetelo in una ciotola, coprite con pellicola trasparente e lasciatelo riposare per un’ora a temperatura ambiente.

5
Fatto

Trascorso il tempo di riposo riprendete l’impasto e dividetelo in panetti. Infarinate leggermente la spianatoia, poi prendete un panetto per volta e stendetelo con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile che può variare da 1 a 6 millimetri di spessore.

6
Fatto

Successivamente ritagliate il panetto in rettangoli, quadrati o cerchi di dimensioni varie aventi lati e diametro tra i 5 e i 15 cm.
In un pentolino scaldate abbondante strutto, o olio di semi di arachidi per i vegani, portandolo ad una temperatura compresa tra i 170° e 180° (consiglio l’uso di un termometro) e immergeteci pochi gnocchi alla volta facendoli cuocere per circa 2-3 minuti, girandoli con una schiumarola, fino a quando risulteranno belli dorati e gonfi.

7
Fatto

Scolateli dall’olio e adagiateli su un vassoio foderato con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. I vostri gnocchi fritti sono pronti! Gustateli caldi accompagnati da salumi o formaggi.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Pappardelle al Tartufo Nero Estivo Molisano
successiva
Pasta alla Norma Ricetta Originale
precedente
Pappardelle al Tartufo Nero Estivo Molisano
successiva
Pasta alla Norma Ricetta Originale

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi