• Home
  • primi
  • Riso Bianco Ricetta – Riso a Coppetta
2 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
500 gr. riso arborio in alternativa qualsiasi altro tipo di riso tradizionale, oppure quello integrale classico, rosso o riso venere. L’unico tipo di riso non adatto a questa preparazione è il parboiled (quello che generalmente si utilizza nelle preparazioni delle insalate di riso).
500 ml. acqua
1 cucchiaio raso sale
2 cucchiai olio extravergine di oliva

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Riso Bianco Ricetta – Riso a Coppetta

Caratteristiche:
  • Ricetta Vegana
Origine:

Il Riso Bianco, non è il classico riso in bianco, ma è quella cupolotta di riso “non papposa”, utilizzata come contorno per accompagnare piatti di carne, pesce o verdure. Anche se la ricetta può sembrare facile, occorre seguire delle precise indicazioni per ottenere una cottura perfetta del riso ed evitare il classico pappone.

  • 25'
  • Porzioni 6
  • Principiante

Ingredienti

Istruzioni

Condividi
(Visited 1.754 times, 1 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Lasciate il riso in ammollo per 4/5 ore prima di iniziare la cottura

Iniziate col mettere il riso in ammollo in un recipiente con acqua fredda per 4/5 ore, in questo modo le fibre esterne si ammorbidiranno e la parte interna diventerà più tenera dopo la cottura. Dopodiché lavate bene il riso sotto l’acqua corrente fresca più volte per eliminare quanto più amido possibile e scolatelo.

2
Fatto

Prima fase di cottura

Dopo aver eliminato l’amido, mettere il riso in una pentola ed aggiungere ½ litro di acqua fredda (l’acqua dovrà superare il riso almeno di 1 cm. Se utilizzate il riso integrale classico, rosso o venere, l’acqua dovrà superarlo di 3 cm, ovvero 3 dita). Aggiungere, dunque, un cucchiaio raso di sale e mescolare bene affinché si sciolga.

3
Fatto

Poi aggiungete due cucchiai di olio extravergine d’oliva, mescolate e mettete sul fuoco e fate cuocere a fiamma media, senza mettere il coperchio e senza mai mescolarlo (il tempo di cottura di questa prima fase dipende dal tipo di riso che state utilizzando, ovviamente quello integrale richiederà più tempo). Tuttavia ci vorrà la metà del tempo indicato sulla confezione. Piano, piano il riso assorbirà l’acqua ed aumenterà il proprio volume.

4
Fatto

Quando vedrete che l’acqua avrà raggiunto quasi il fondo della pentola, con un cucchiaio di legno controllate nel centro facendo delicatamente un piccolo buco (se c’è ancora molta acqua, chiudere immediatamente il buco e proseguire la cottura). Il punto esatto per procedere con la successiva fase di cottura è quando sul fondo della pentola rimane solo un velo di acqua, a quel punto potrete mescolarlo per prepararlo alla seconda fase di cottura.

5
Fatto

Seconda fase di cottura

Per terminare la cottura del riso, coprite la pentola con un coperchio ed abbassate la fiamma al minimo e, preferibilmente sotto la pentola mettete uno spargifiamma, quindi proseguite a farlo cuocere fino a quando il riso non avrà raggiunto il giusto punto di cottura. Il tempo di cottura può variare a secondo del tipo di riso che state utilizzando: per quello classico ci vorranno dai 15 ai 20 minuti, per quello integrale classico, nero e rosso dai 25 ai 30 minuti. In ogni caso, dopo 15 minuti, assaggiatelo e verificate il punto di cottura (raccomando che se aprite il coperchio per assaggiarlo, ricordatevi di rimetterlo immediatamente in quanto questa seconda fase di cottura è praticamente al vapore. Se lasciate il coperchio aperto, il vapore va’ via e il riso non avrà sufficiente umidità per terminare la cottura).

A cottura ultimata, spegnere il fuoco e mescolare bene per sgranare i chicchi di riso. Prima di servire mettere le porzioni di riso all’interno di una ciotola e capovolgerle nei piatti. Potete servire il riso colando su di esso il fondo di cottura di un secondo sano a base di carne o pesce, ma non solo! Per gli amici vegani consiglio di gustarvi il riso bianco accompagnato da una buona e gustosa verdura, come ad esempio delle cime di rapa stufate… Buon appetito!

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Ragù classico Bolognese, ricetta depositata alla Camera di Commercio di Bologna
successiva
LASAGNA RICETTA CLASSICA
precedente
Ragù classico Bolognese, ricetta depositata alla Camera di Commercio di Bologna
successiva
LASAGNA RICETTA CLASSICA

6 Commenti Nascondi i commenti

Fantastico! Somiglia al riso pilaf ma è molto più facile e non richiede cottura in forno. Mi è venuto per

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi