• Home
  • Come si fa
  • Ragù classico Bolognese, ricetta depositata alla Camera di Commercio di Bologna
6 0
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Condividi su un Social Network:

oppure copia e incolla il seguente URL

Ingredienti

Regola Porzioni:
600 gr. polpa di manzo macinata grossa (cartella di manzo)
300 gr. pancetta tesa
250 ml (10 cucchiai) salsa di pomodoro dai 250 ai 400 ml di salsa a secondo dei gusti
250 ml brodo vegetale
panna di cottura ricavata da 1 l di latte fresco intero
1/2 l. latte fresco intero tiepido
1 bicchiere vino bianco secco
100 gr. carote
100 gr. sedano
60 gr. cipolla
sale e pepe
Per la preparazione del brodo vegetale
1 l acqua
1 gambo sedano
1 carota
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
3/4 pomodorini
una manciata prezzemolo
sale
olio extravergine di oliva

Salva questa Ricetta

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Ragù classico Bolognese, ricetta depositata alla Camera di Commercio di Bologna

Origine:

Il Ragù alla Bolognese è il re delle salse italiane più famose al mondo, ideale per condire ottimi piatti di pasta come lasagne, tagliatelle, gnocchi, ecc. Sono tante le versioni del ragù che variano di casa in casa, di regioni in regioni. Questo che vi presento, invece, è la ricetta originale del vero Ragù alla Bolognese, depositata alla Camera di Commercio di Bologna. Seguitela passo, passo e vi stupirete!

  • 4 h
  • Porzioni 6
  • Intermedio

Ingredienti

  • Per la preparazione del brodo vegetale

Istruzioni

Condividi

Al fine di tramandare i posteri, di mettere un sigillo su una delle ricette della nostra tradizione italiana, ovvero il ragù, nell’ottobre del 1982, mentre in Italia si festeggiava ancora la vittoria del Campionato Mondiale di calcio, a Bologna, dopo lunghe e faticose ricerche, liti e consultazioni, la Delegazione di Bologna dell’Accademia Italiana della Cucina, ha  deciso di depositare il documento attestante la ricetta originale del Ragù classico alla Bolognese presso il notaio nella Camera di Commercio di Bologna. Difficile stabilire l’origine del ragù. In realtà il nome ragù deriva dalla parola francese “ragout” che significa risvegliare l’appetito, rinnovare il gusto, dare più sapore. Si racconta che in Francia il cuoco di Luigi XIV, re di Francia, di origine bolognese, ebbe l’idea di macinare lo spezzatino e utilizzarlo per condire la pasta.  C’è chi il ragù lo fa risalire molto prima, ai tempi degli antichi Romani, che preparavano una sorta di spezzatino.

Il tempo totale della cottura del ragù è di circa 3/4 ore, dipende dal tipo di carne che utilizzate. Un tempo la cottura era prolungata addirittura di 6/7 ore perché veniva utilizzata una carne prelevata da vacche anziane, quando non erano più in grado di lavorare nei campi, e quindi inevitabilmente era più dura e quindi per far si che venisse più morbida si prolungavano i tempi di cottura.

Per quanto riguarda la salsa di pomodoro la dose che prevede la ricetta originale del ragù è di 250 ml, io ne ho messa 400 ml perché mi piace più cremoso. In origine la ricetta non prevedeva affatto il pomodoro, è stato poi aggiunto intorno all’anno 1700. In alternativa alla salsa di pomodoro, se vi piace un ragù più corposo, si possono aggiungere 40 gr. di triplo concentrato di pomodoro.

L’utilizzo del latte in questa ricetta, non serve solo per smorzare l’acidità del vino e del pomodoro, ma soprattutto serve per ottenere il sapore classico del ragù. Il latte conferirà al ragù una dolcezza particolare e, per quanto possa sembrare assurdo, il vero ragù è fatto con vino bianco secco (e non vino rosso) e con il latte.

Per la preparazione del brodo vegetale, segui qui la ricetta.

(Visited 11.130 times, 76 visits today)

Passaggi

1
Fatto

Brodo vegetale:

Lavate e tagliate le verdure a pezzetti e mettetele in una pentola con 1 litro di acqua fredda. Aggiungete il sale e un filo d’olio extravergine d’oliva, quindi coprite con un coperchio e mettete sul fuoco. Fate cuocere per circa 15 minuti a fiamma medio alta. Il brodo vegetale è pronto! Prima di utilizzarlo filtratelo in modo da separare il liquido dalle verdure.

2
Fatto

Ricavate la panna di cottura dal latte

Versate un litro di latte intero all’interno di un pentolino, portarlo fino al punto di ebollizione e quel leggero velo che si crea in superficie è la panna di cottura. Lasciate intiepidire il latte e poi con l’aiuto di un colino o con una pinza, recuperate la panna e tenetela da parte in una ciotola.

3
Fatto

Dopo aver estratto la panna di cottura, recuperate mezzo litro di latte che vi servirà per la cottura del ragù (grazie alla sua dolcezza smorzerà l’acidità del vino e del pomodoro e conferirà al ragù il suo sapore caratteristico).

Tagliate la pancetta, prima a tocchetti e poi tritatela con un coltello o una mezzaluna fino ad ottenere un composto pastoso e leggermente granuloso.

Tritate finemente un mix di sedano, carota e cipolla utilizzando la mezzaluna (consiglio di non usare il mixer in quanto pregiudicherebbe il sapore del ragù).

4
Fatto

Mettete una pentola sul fuoco, preferibilmente in coccio, e fatela scaldare a fuoco medio basso, dopodiché inserite la pancetta tritata e fatela sudare, mescolandola continuamente con un cucchiaio di legno, in modo che piano piano il grasso si scioglierà e si distribuirà sul fondo della pentola. Quindi alzate la fiamma e fatela rosolare nel proprio grasso per circa 3/4 minuti. Dopodiché unite alla pancetta il mix di verdure (cipolla, sedano e carota).

5
Fatto

Fate appassire bene le verdure per circa 7/8 minuti, quindi aggiungere la carne trita e sgranatela bene con il cucchiaio di legno affinché rilasci parte dei suoi liquidi che poi evaporeranno (ci vorranno all’incirca 20 minuti). Quando vedrete che i liquidi rilasciati dalla carne saranno stati assorbiti ed evaporati, aggiungete un bicchiere di vino bianco secco. Fate evaporare la parte alcolica del vino mantenendo la fiamma viva e, quando questo sarà stato assorbito aggiungere anche la passata di pomodoro.

6
Fatto

Mescolate, e infine aggiungere 250 ml di brodo vegetale, coprite con un coperchio e portate a bollore a fiamma viva. Dopodiché abbassate la fiamma e cuocere a fuoco basso per circa 2 ore e mezza, sempre con il coperchio leggermente aperto, mescolando di tanto in tanto. Verso metà cottura aggiungete un po’ di latte, circa 250 ml, e mescolate bene, quindi proseguite la cottura sempre con il coperchio semiaperto. Quando questo latte verrà assorbito, aggiungete gli altri 250 ml.

7
Fatto

Mescolate, quindi regolate di sale e di pepe. E come ultimo ingrediente, aggiungete la panna ricavata dalla bollitura di un litro di latte fresco intero, mescolate bene quindi continuate la cottura per gli ultimi 15 minuti o comunque fino a quando la panna non sarà perfettamente assorbita.

Il ragù alla Bolognese classico, ricetta originale depositata alla Camera di Commercio, è pronto e può essere usato per condire le lasagne al forno, tagliatelle o altra pasta.

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Pollo in umido con Patate – IN PADELLA
successiva
Riso Bianco Ricetta – Riso a Coppetta
precedente
Pollo in umido con Patate – IN PADELLA
successiva
Riso Bianco Ricetta – Riso a Coppetta

Aggiungi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi